seguici su Google+ RSS
Giovedì 30 Ottobre - agg.13:56
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
di Anna Guaita

Violenza e omicidi? Colpa della benzina al piombo



     Le cronache dei massacri che hanno funestato gli Stati Uniti negli ultimi mesi farebbero pensare che il crimine violento qui sia in continua crescita. La verità è diversa e può lasciare stupefatti: nonostante l’aumentare delle aggressioni tipo quella del cinema di Aurora o della scuola di Newtwon (e quello accaduto proprio oggi nel New Mexico),  negli Usa il crimine violento è andato progressivamente diminuendo, ed è oramai la metà rispetto  ai picchi dei primi anni Novanta. E una nuova teoria sostiene che il merito va al fatto che nel Paese l’inquinamento da piombo è drasticamente diminuito man mano che è andata scomparendo la benzina super, un processo cominciato negli anni Settanta. L’altra faccia della medaglia di questa teoria è che il continuo aumentare del crimine violento dagli anni Sessanta in poi, si deve invece al crescere di generazioni di bambini avvelenati dalle esalazioni inquinanti. Il piombo ha l’effetto di danneggiare il cervello, abbassare il quoziente di intelligenza e indebolire la capacità di controllare gli impulsi violenti.

     La teoria viene spiegata in un lungo articolo di Kevin Drum sulla rivista Mother Jones. Drum ha analizzato una serie di studi ambientali sociologici e storici che puntano su questo fenomeno di causa-effetto fra inquinamento da piombo e violenza. Alcuni studiosi hanno anche compiuto confronti con le statistiche di altri Paesi, Italia inclusa, e hanno constatato che ovunque esiste la stessa correlazione.

     Che il piombo sia pericoloso è una verità indiscussa. C’è anzi una scuola di pensiero che crede che l’impero romano sia crollato, con la sua classe dirigente e i suoi imperatori affetti da demenza e pazzia, proprio per l’eccessiva assunzione di piombo attraverso il vino, l’acqua e gli utensili. 

     Ma se questa teoria è vera, se i delitti in America sono scesi da 24 mila nel 1991 a 12 mila nel 2011, se i crimini violenti in generale sono passati da 757.000 nel 1992 a 386.000 nel 2011 come risultato di un rinsavimento che ha portato gli Usa (e buona parte del mondo: la super è oramai vietata in 174 Paesi) a diminuire progressivamente un avvelenamento atmosferico, allora dovremmo tutti fare un passo indietro e rivalutare le spiegazioni date finora sulle origini dell’ondata di crimine degli anni Sessanta-Novanta e della sua progressiva diminuzione. 

      Povertà, ingiustizia sociale, mancanza di strumenti che diano alle famiglie e alle scuole il modo di aiutare i giovani in difficoltà: queste sono le spiegazioni che i liberal danno in genere. Frantumazione della famiglia, allontanamento dai valori tradizionali, permissivismo, sono le spiegazioni date dai conservatori. Cervello avvelenato dal piombo, rispondono gli ambientalisti, dati alla mano.

     Personalmente trovo i dati davvero impressionanti e inquietanti. Penso alle generazioni di bambini cresciuti in megalopoli soffocate dai gas di scarico. E penso al nuovo metodo di ricerca del petrolio, il fracking, che dovrebbe presto rendere gli Stati Uniti indipendenti dal petrolio del Medio Oriente. Una conquista che viene vista come uno dei grandi possibili successi del futuro. E penso agli ammonimenti degli ambientalisti, preoccupati dell’avvelenamento delle falde acquifere. E mi chiedo: si sta preparando un’altra catastrofe di cui non immaginiamo la portata?

             
                                                                                                                                           

Pubblicato il 20 Gennaio 2013 alle 17:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO

CONDIVIDI IL POST

(28) COMMENTI DEI LETTORI

 GLI ULTIMI POST
pubblicato il 12/10/2014 alle 22:03
pubblicato il 01/10/2014 alle 18:41
pubblicato il 13/09/2014 alle 04:38
pubblicato il 02/09/2014 alle 05:45
pubblicato il 22/08/2014 alle 18:05
DAI LA TUA OPINIONE  
COMMENTI PRESENTI (28)Visualizza tutti i commentiScrivi un commento
Veda dott.a Guaita- in questa nuova strage il bambino è salvo, sono felice per lui, essendo finito un giorne di terrore del quale non si sarà spiegato il perché, rimane una foto di un uomo, i cui grandi occhi sembrano dolcissimi ma lo sguardo spento, manca quello scintillio di vita che la mente dà attraverso di essi. Non era armato, non si sa chi gli abbia sparato, se polizia o cecchini o semplice gente. Un reduce della guerra de Vietnam, magari senza lavoro e senza pensione come quasi tutti i reduci americani. Ne ho conosciuti alcuni ed hanno tutti lo sguardo così, nonostante vivano oramai nel paradiso dato loro dallo stato americano, a inscatolare pesce fra il verde di uno stato incontaminato. Ma forse le loro menti hanno voluto cancellare l'orrore vissuto e i loro sguardi si sono trasformati così, dolci, quasi...

Commento inviato il 05-02-2013 alle 01:24 da thalia36

Dott.a Guaita--allora il guaio è serio se dagli ultimi post a oggi siano successi altri tre fatti scolastici al piombo. Forse questi malviventi si dirigono verso le scuole perché sature o libere da inquinamento? non vedo la connessione fra una mente invasata da tali inquinanti, e le scuole, in fondo se volessero ci sono altri luoghi dove la fauna umana abbonda specialmente in gruppi, quindi o le scuole sono peggiori delle italiane, quindi abbandonate a la buena de dios, e seppure prese d'assalto in continuazione non si fa nulla per metterle al sicuro, oppure questi sono gente che ha traumi irreversibili di scolarità, allora giacché l'Amerika è il paese che più utilizza gli psicologi, sta anche abbandonando questa professione, ed essendo quel paese grande che è, nonostante le varie camere a gas, elettriche e al cianuro, nulla più sarà di freno agli assatanati.

Commento inviato il 31-01-2013 alle 16:25 da thalia36

@THALIA

Anch´io amo molto gli animali, ho un West Highland White Terrier, so quindi molto apprezzare quello che hai fatto, sei stata fortissima e grande benefattrice.
''Io ho quel che ho donato'' diceva Seneca, ricordalo sempre.
Torniamo ora a noi.
Si vede che tu vedi anche, al di la dei vetri!
Sono molto giocherellone ed hai indovinato, peró sarebbe stato meglio mi
avessi affrontato con meno serietá. Avrei preferito partecipazione e piú malizia, avremmo fatto perlomeno un Po piú chiasso e baldoria a scuola.
Cercheró dopo i commenti sui TEMI-BLOG, di inventarmi qualcosaltra
cosuccia. A presto

Commento inviato il 24-01-2013 alle 03:39 da Grammosca

@Gramm. _ forse ho sbagliato blog? Invece di scrivere su di una rubrica dove si cerca dipanare problemi, son capitata in una di "cuori solitari"? So perfettamente che scherzi e mi fa piacere ma stiamo dimenticando omicidi e assassini e io ho trascorso una bruttissima nottata e un giorno peggiore a proposito di assassini. Pensa, sono fuori perché dove ho l'altra casa è nuovamente nevicato, visti i danni dello scorso anno a una proprietà, sono partita.In serata sentito rumori strani in giardino sono uscita, un gatto che pareva un cucciolo di cane aveva afferrato per la collottola un misero gattino. fatto del mio meglio l'ho tirato dalle sue zanne, pioveva e nevicava allo stesso tempo, il misero gattino giaceva riverso su un fianco, ancora vivo. i soccorsi, per cui sono stata azzannata dal povero, per asciugarlo cercare una scatola dove porlo con il termometro a zero. l'ho sfamato coperto e messo nel punto riparato dell'entrata. ma non tranquilla giacché l'assassino nei paraggi lo cercava mi levavo di continuo. all'alba porto dentro la scatola, fuori era buio, lo prendo e capisco che aveva qualcosa rotto. Scaldo gli latte, cambio cuccia e vado a coricarmi un paio d'ore.Arriva mio figlio e lui prende la scatola e va dal veterinario, da lì mi dice che il poverino aveva la dorsale rotta, i tendini delle zampette e non operabile restava solo addormentarlo.un piccolo randagio che ci ha segnato un triste dì! non per 100 E, ma per un randagio ciò è dovere dello Stato, o no?

Commento inviato il 24-01-2013 alle 00:24 da thalia36

Gentile Signora Anna Guaita

So che lei é molto misericordiosa. Questo tira e molla ta me e Thalia non finisce mai. Non so come farle capire che:
Io non voglio un bacio da lei!
Ma sono io che le voglio dare un bacio.
Tra noi forumisti é normale che nascono queste cose, almeno per me é cosí. Qundi anzicchécorrispondermi sul perché, come mai, oppure grazie per l´attenzione, sei gentile; niente di tutto questo. Cambia sempre argomento e ed io non so piú a che cosa aggapparmi, sono distrutto,non riesco piú a scrivere come vorrei.
secondo lei, ho perso un´amica? Grazie

Commento inviato il 23-01-2013 alle 21:05 da Grammosca

X THALIA
Si nota subito tenendocci a bacchetta, che sei una direttrice d´azienda.
Io non so in quale preciso settore, ma come ''tessitrice'' sei grandiosa.
Il tuo forte inoltre é, che sai mantenere alleanze con noi forumisti da ogni parte del globo essi provengono.
Il mio problema é un´altro, potresti darmi una sola nota di romanticitá per tutto quello che ti ho dedicato? Io non sono una cosa meccanica come solitamente si usa in industria, io sono umano o umanoide come dice Gia.
Non costringermi a suonarti ''Perfidia'' ti prego. Non penso che lo sei.
Altrimenti?. . . . . .

Commento inviato il 23-01-2013 alle 19:23 da Grammosca

@Gramm _ Vedi, c'è la maniera di visitare un paese attraverso il turismo, il commercio, i congressi appunto, o lavoro che può essere breve, o più lungo. Turisticamente si visitano i punti più importanti dei luoghi, i congressi durano qualche settimana, il commercio ci sono punti stabiliti salvo eccezioni. Resta il lavoro, che può essere indeterminato o stabile e di varia natura. Il mio è durato 20 anni e come ispettrice di una industria, dovevo viaggiare nelle varie sedi, dal Guatemala agli States.20 anni non sono un viaggio turistico o congressuale, ma una buona porzione di vita. Mi fa piacere che hai viaggiato con la famiglia lungo quei bei posti, che sì quasi cento anni fa, appartenevano al Mex. Ne hai ricevuto una buona impressione?

Commento inviato il 23-01-2013 alle 15:34 da thalia36

Se non erro, qui c'è scritto: Descrivimi in due parole Thalia come personaggio femminile, a tuo piacere... non conoscendoti io ti paragonerei fisicamente a Monti. Non è questo chiedere una descrizione fisica?

Commento inviato il 23-01-2013 alle 00:23 da thalia36

x MATTHIAS
_ mi assomiglia a una signora con un viso da cavallo e un naso alla pinocchio, oppure a una burbera bassotta con mantiglia e viso da buldogg e poi mi dedichi canzoni?
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Come vedi nel mirino ci sono pure io. Di te non accetta i paragoni, da me le canzoni, e ne ho dedicate parecchie. Sicuramente non li ascolta neanche.
Le cose possono essere due nei nostri confronti:
O é dispetto o é puramente astio! Peró.........
Vorrei che fosse amore,
amore quello vero
la cosa che io sento
e che mi fa pensare a lei.

(Pensi che questa la calmerá ?) Saluti

Commento inviato il 23-01-2013 alle 00:10 da Grammosca

@vittorio1_ grazie per la tua solidarietà, ma come ho detto le armi in certi posti servono, ma dovrebbero evitarne l'uso nelle città ai comuni civili, che non si capisce il motivo perché devono essernre così forniti, oggi un nuovo successo, un nuovo problema sempre in una scuola USA, credo ci dev'essere qualche trauma fra cittadini e scuola, altrimenti non si spiega questo colpire sempre queste. Anni fa un presidente cercò di limitare la vendita indiscriminata di questi oggetti offensivi, e non ebbe risultati perché credo ci saranno molti interessi a monte che non lasciano che sia, uno spiraglio di speranza, oltre all'occupazione che comporta la fabbricazione la vendita a nazioni, lo smercio al minuto...molto difficile, anche per Obama di sicuro.

Commento inviato il 23-01-2013 alle 00:09 da thalia36

PAGINA (1 di 3) PRECEDENTE - SUCCESSIVA
Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Se sei già registrato inserisci username e password oppure
registrati ora

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

Sequestrati a Vasto 101 animali stipati in una Bmw
VASTO Centouno animali stipati in un'auto. Proprio come il numero del...
GUARDA TUTTE LE NEWS DELL' ABRUZZO
LE NEWS PIÙ LETTE

Rimane paralizzato dopo un giro sulle montagne russe: mistero sulle dinamiche dell'incidente

Cosa sia successo durante quel giro della morte è una verità che merita di essere scoperta. Per...

Scontri al corteo Ast a Roma, feriti 4 operai. Polemiche, Alfano: brutto giorno

Si terrà alle 18.30 nell'Aula della Camera l'informativa urgente del ministro...

Chiede aiuto su internet prima di morire sotto i colpi del nonno: aveva rivelato online le molestie che subiva da anni

La verità su queste tre morti apparentemente inspiegabili è tutta nelle pagine di un blog on...

​«Sei troppo grassa per fare sesso»: 22enne perde più di 60 chili in 4 mesi

«Sei troppo grassa per fare sesso». Questo si è sentita dire, dal proprio ragazzo, una...

Roma-Cesena 2-0, Juve agganciata A segno Destro, raddoppia De Rossi

La Roma è di nuovo in testa alla classifica. Recupera, proprio quando meno se li aspetta, i tre punti...

CASA
Casa, le nuove tasse sulla compravendita
In calo le imposte di registro, ipotecaria e catastale. Le aliquote
Acquisto seconda casa con le nuove imposte
Da gennaio alleggerito il peso fiscale. Le aliquote da applicare
Dossier Tasi, ecco le regole per pagare
Il tributo sui servizi indivisibili colpisce tutti. Come prepararsi alla...
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
 
   
I film, le trame e i cinema di tutta Italia: comincia lo spettacolo I migliori locali dove gustare le ricette per gli amanti della buona cucina Scegli che strada prendere: il traffico di Roma in tempo reale Resta aggiornato con tutti dati i delle Borse in tempo reale Pioggia, vento o sole? Scopri come sarà tempo nella tua città Branko legge e racconta le parole delle stelle, segno per segno
 
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009