L'Ordine dei giornalisti sospende Sallusti
Il direttore del Giornale: è persecuzione

Alessandro Sallusti (foto Mauro Scrobogna/Lapresse)
ROMA - Il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, è stato sospeso per due mesi in seguito a una azione disciplinare avviata dall'Ordine dei Giornalisti della Lombardia.

Il provvedimento è stato adottato perché Sallusti ha consentito la collaborazione per il quotidiano di Via Negri del senatore Renato Farina, radiato dell'Ordine nazionale dopo avere ammesso di aver collaborato con i Servizi segreti italiani, fornendo informazioni e pubblicando notizie in cambio di denaro, al tempo in cui era vicedirettore di Libero.

Una sospensione di due mesi era stata decisa dall'Ordine per lo stesso motivo anche nei confronti dell'ex direttore del Giornale, ora editorialista, Vittorio Feltri.

«È in atto una vera e propria persecuzione giudiziaria nei confronti dei giornalisti del Giornale: è una sentenza vergognosa e inconcepibile. Per fortuna non è esecutiva, faremo ricorso all'Ordine nazionale, altrimenti già oggi avrei dovuto liberare la mia scrivania», ha detto Sallusti. «Sono esterrefatto sono cose che si riferiscono ad anni fa e solo oggi arriva questa sentenza. Renato Farina era stato radiato dall'Ordine, si era dimesso dal Giornale, non ha ricevuto un centesimo per i suoi articoli. Qualcuno mi deve dire cosa avrei violato. Insomma Farina è come qualunque cittadino a cui è riconosciuto il diritto costituzionale di poter scrivere su un giornale. C'è un chiaro vuoto legislativo su questa materia e questa sentenza conferma ancora una volta che c'è una vera e propria persecuzione sia nei nostri confronti, vedi il caso di Vittorio Feltri, sia nei confronti, più in generale, di tutti i giornalisti cosiddetti di centrodestra».

Martedì 14 Giugno 2011, 12:52 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
0
QUICKMAP