seguici su Google+ RSS
Mercoledì 30 Luglio - agg.0:50
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Tecnologia

Smau, dalle mosse tablet di Microsoft
al toilet advertising di Bulsara

ALcuni esempi di Bulsara Advertising
di Federico Rocchi
ROMA - Si è appena conclusa la due giorni romana di “SmauBusiness”, inaugurata il 30 marzo con il “Premio Innovazione ICT” al padiglione 11 della Nuova Fiera di Roma. Un solo padiglione certamente può sorprendere, soprattutto chi ha frequentato lo Smau nella versione “Milano anni ‘80” quando l’intera vecchia Fiera di Milano era per giorni e giorni popolata da decine di migliaia di persone, ma i tempi sono cambiati. All’epoca la telematica era un gioco per appassionati e la possibilità di scambiare notizie e informazioni su prodotti e tecnologie era territorio esclusivo di poche riviste e pochi addetti ai lavori.

Oggi che la cosiddetta “Information Technology” è all’ordine del giorno e “business” diffuso, la presentazione di nuovi prodotti avviene senza soluzione di continuità e una manifestazione come Smau si è trasformata in qualcosa di diverso. L’aspetto “itinerante” nel Paese, in unione alla definizione “Business”, ne chiariscono immediatamente l’evoluzione.

Smau è diventata innanzitutto la piattaforma fisica, l’occasione per incontrarsi e discutere fra addetti ai lavori di piccola e media impresa, tramite incontri agli stand oppure attraverso uno dei molti seminari a disposizione dei visitatori (oltre 40 i “workshop” svolti), tenendo però presente che la definizione di “addetto ai lavori” è diventata molto più ampia che in passato. Oggi, infatti, tecnologia, computer e telematica pervadono qualunque ambito di studio e di lavoro: il gestore di una pizzeria che ha intenzione di usare un “tablet” al posto del menù è dunque un addetto ai lavori. Proprio i tablet sono, inutile girarci intorno, al centro della scena, sia considerandoli con ottica hardware, materiale quindi, sia mettendoli a fuoco dal lato software, ovvero innanzitutto considerando il sistema operativo e le applicazioni. Mai come ora i due lati della stessa medaglia si influenzano reciprocamente creando quel mix che fa la differenza.

In un interessante seminario, Microsoft ha illustrato le sue prossime mosse “tablet” e si è subito capito che, pur non producendo hardware come Apple, sembra davvero tesa sconfessare l’affermazione recentemente fatta da Steve Jobs, secondo il quale siamo già pienamente in un’epoca “PostPC”. Microsoft si trova nella scomoda situazione di voler più o meno esplicitamente confermare questa visione “entertainment” tipica dell’era “PostPC” (dato che è quella a generare il grosso del fatturato) ma anche di dover continuare a supportare un mondo di applicazioni “business” (il mitico spreadsheet da un milione di celle per capirci) le quali, secondo Microsoft, hanno motivo di voler “girare” anche sui tablet.

Si ipotizzano perciò applicazioni “da lavoro” dei tablet a venire, quindi Windows7 (in versione completa) e il suo successore saranno integrati anche in questi dispositivi basati essenzialmente sul controllo “in punta di dito” ed incorporeranno nativamente tutto il necessario per funzionare anche con processori diversi dal classico “x86” o “IA64”. Altre versioni di Windows, come WindowsCE, sono sostanzialmente destinate allo scaffale dei ricordi, rimarranno Windows7 e Windows Phone, sempre più convergenti fra loro (tralasciando i prodotti lato server naturalmente).

A prima vista sembra ci siano molti vantaggi. Microsoft sta integrando una dopo l’altra tecnologie che fino a ieri sembravano molto distanti fra loro. L’esperienza fatta con il progetto “Surface”, basato sulla costruzione di un “tavolino-schermo sensibile al tocco”, sta dando i suoi frutti nella messa a punto delle porzioni di software necessarie per gestire l’interfaccia multitouch di Windows sui dispositivi con schermo sensibile come i moderni tablet. “Silverlight” invece, che possiamo definire come l’equivalente Microsoft della tecnologia Flash di Adobe, diventerà lo strumento di elezione per la creazione di interfacce grafiche flessibili, adatte alle diverse dimensioni degli schermi e facilmente riutilizzabili per la creazione di applicazioni universali per tutti i dispositivi.

I costruttori di hardware, esterni a Microsoft, hanno i loro problemi nel proporre dispositivi che necessariamente devono tener conto dell’iPad come principale concorrente, in dimensioni e peso per esempio, ma che devono anche integrare le potenze di calcolo necessarie per Windows. Contestualmente alla descrizione delle strategie software, quindi, gli uomini di Microsoft hanno mostrato e fatto girare in platea alcuni dei prossimi “computer” potenzialmente usabili con Windows. Acer fa la parte del leone con molti modelli pronti ad essere immessi sul mercato, in particolare la serie Iconia che comprende sia il (fantastico) portatilone a doppio schermo “multitouch”, decisamente potente grazie al core i5 di Intel, sia il modello “Tab W500”, un “tablet” su piattaforma AMD C-50 che può essere agganciato ad una vera tastiera-coi-tasti che lo trasforma in un notebook a tutti gli effetti.

Leggerezza o durata delle batterie sembrano essere i veri problemi da superare dopo aver toccato con mano questi nuovi prodotti che hanno, perlomeno a prima vista, soltanto il “difetto concettuale” di rimanere “ibridi” fra due ere, l’era “PC” e quella “PostPC”, forse rispecchiando fedelmente la realtà dei nostri giorni. Deciderà il mercato dunque? Certamente si, ma il mercato si regge anche su altre gambe. Le applicazioni software, ad esempio, che si moltiplicano perché si moltiplicano gli strumenti (anche gratuiti) per svilupparle. Gli studenti di oggi possono molto più facilmente che in passato diventare “addetti ai lavori” sviluppando un’idea e la relativa applicazione, fino a giungere all’integrazione di idea e applicazione in un modello di business innovativo, un’applicazione pratica, magari creando una nuova impresa da zero, una start-up.

La sezione “Percorsi dell’Innovazione: dall’idea al business” ha dato occasione di comunicazione e promozione a sette idee innovative presentate da nuove aziende, insieme al supporto della Camera di Commercio e Assessorato alle Attività Produttive di Roma Capitale. Le idee che abbiamo visto erano tutte interessanti, dal social network specializzato per chi fa sport di “We-Sport.com” ai servizi di comunicazione, collaborazione e vendita di “power2Retail” o “siportal”.

Merita una particolare menzione l’idea di business di “Bulsara” che si dichiara (e non abbiamo motivo di dubitare vista la novità) “leader in Italia del toilet advertising”. Il “toilet advertising” è la pubblicità mediante affissione all’interno dei servizi igienici pubblici, nata negli anni ‘90 negli USA e poi approdata in Gran Bretagna e nord Europa che, secondo la presentazione di Bulsara Advertising, si caratterizza per “un alto ritorno dell’investimento garantendo visibilità, efficacia nella comunicazione e raggiungimento del target” il quale, intuitivamente, è “segmentabile” con una probabilità che si avvicina al 100%. E’ facile (oltre che sorridere, eppure Wilkinson ha già prenotato la prima campagna) immaginare futuri sviluppi telematici anche per quest’applicazione estrema: migliaia di “tablet” all’interno di ogni bagno, uno sulla porta dedicato tipicamente al target femminile ed uno sulla parete per la restante metà del cielo. Schermi LCD pronti a ricordare marchi e doveri dell’uomo del duemila (quello sulla parete...) telematicamente sempre connesso ma pur sempre legato a ineludibili e terreni bisogni corporali.
Venerdì 01 Aprile 2011 - 19:19
Ultimo aggiornamento: Sabato 02 Aprile - 17:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
EDIZIONI LOCALI
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Sta per tuffarsi dal trampolino e si ferma all'ultimo secondo, il volo è terrificante

Pronta per il tuffo si ferma proprio all'ultimo secondo. Ma non in tempo. Una donna è così...

Termini, trappola nomadi al colonnello Accerchiato e derubato un ufficiale gdf

​Dopo un tentativo di furto andato male, hanno messo a segno un colpo quasi perfetto, scegliendo...

Ancona, 27enne finisce in coma nel giorno delle sue nozze

ANCONA - Malore il giorno delle nozze, giovane in coma. E' successo ieri mattina. Un 27enne è...

Roma, donna aggredita da cani randagi in un parco

Una donna di 43 anni è stata aggredita da alcuni cani randagi in un parco a Roma.

Piogge e temporali a Roma, nel centro e al nord. Agosto di sole, ma solo al sud

Temporali e nubifragi al nord e al centro, ma ad agosto arriva il caldo.

CASA
Semplificazione amministrativa per pensioni ex Inpdap e ex Enpals
Procedure unificate, sistemi di pagamento allineati a quelli Inps
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009