Un'ombra di sorriso sul volto di Tutankhamon

Il volto di Tutankhamon (foto Ben Curtis - Ap)
IL CAIRO (4 novembre) - Finora era stato un privilegio riservato a una cinquantina di persone. Oggi tutto il mondo ha potuto vedere il volto del faraone Tutankhamon, o meglio il volto della sua mummia, quando Zahi Hawass, in diretta tv, ha aperto il sarcofago del faraone bambino e tolto la maschera funeraria. La mummia, coperta fino al collo con un lenzuolo di lino, resterà esposta in un sarcofago di plexiglass nella sua tomba nella Valle dei re, a Luxor. La tomba di Tutankhamon venne scoperta 85 anni fa da Howard Carter. Da allora divenne leggenda il faraone morto 3.000 anni fa, a 19 anni, grazie anche al tesoro recuperato nella tomba. Hawass ha detto che i resti di Tutankhamon sono minacciati dal caldo e dall'umidità, ed è questo il motivo per cui è stato deciso di mettere la mummia in un sarcofago climatizzato e di mostrarne il volto. Un'ombra di sorriso. «Il bambino d'oro ha magia e mistero, ora tutto il mondo potrà constatare cosa sta facendo l'Egitto per conservarlo e tutti verranno a vedere la mummia», ha detto Zahi Hawass, aggiungendo che gli archeologi hanno iniziato due anni fa il restauro della mummia, gravemente danneggiata e spezzata in 18 punti, quando Carter cercò di levarle dal volto la maschera d'oro. «Rischia di polverizzarsi. L'unica cosa integra è il volto. Dobbiamo fare di tutto per conservarlo. Tutti sono curiosi, tutti se lo immaginano... è un viso diverso da quello delle mummie del museo del Cairo... c'è un'ombra di sorriso». La tac. Tutankhamon, fu il dodicesimo faraone della 18/a dinastia e salì al trono a soli 8 anni. La mummia, nel primo esperimento di questo genere, è stata passata a una Tac nel 2005 per ottenere un'immagine tridimensionale. L'esame ha escluso che Tutankhamon sia stato ucciso, ma non ha rivelato come sia morto, intorno al 1323 a.C. Apparentemente il faraone sviluppò una grave infezione dopo essersi rotto il femore sinistro. La Tac ha rivelato che era esile e alto circa 1,65 cm. al momento della morte. Il debutto di Tutankhamon avviene in una rinnovata frenesia mondiale sul giovane faraone, fra mostre, documentari, speculazioni e dispute. Il pene recuperato. L'ultima, la scorsa settimana, sul pene della mummia, che secondo un'archeologa pachistana dell'università americana del Cairo Salima Ikram sarebbe stato rubato durante la Seconda Guerra mondiale. Zahi Hawass ha smentito con molta decisione, precisando che «ci era caduto tirando fuori la mummia dal sarcofago, ma l'abbiamo subito recuperato».
Domenica 4 Novembre 2007, 16:35 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
QUICKMAP