Stuprata e lasciata al gelo: la Polizia controlla i filmati delle telecamere

Sul caso di violenza carnale su una giovane 25enne, è caccia al violentatore: ora al vaglio degli investigatori anche le immagini di alcune telecamere sistemate fuori il locale notturno nel quale la giovane è stata abordata da un uomo a quanto pare dell’Aquila, più grande di lei. Gli agenti della Questura accelerano sull’inchiesta del sostituto procuratore David Mancini per dare un nome e un volto all’uomo che ha violentato una ragazza anche lei dell’Aquila, lasciandola fino alle luci dell’alba dell’anti vigilia di Natale, da sola, in aperta campagna, con un una temperatura di diversi gradi sotto zero. Nella giornata di ieri gli investigatori sono tornati nel locale notturno dove il 23 dicembre era in corso una festa nella quale vittima e presunto carnefice si sono ritrovati, per acquisire le immagini registrate. La giovane anche sulla scorta di alcune testimonianze sarebbe stata vista uscire dal locale e salire sull’auto del violentatore che la stessa non conosceva.

Dopo l’allontanamento, l’uomo si sarebbe fermato in un luogo appartato dove compiere la violenza sessuale. Infine l’abbandono della giovane a violenza avvenuta e la fuga indisturbata dell’uomo. La Questura ha messo subito a disposizione della vittima uno psicologo e il contatto con il Centro Antiviolenza dell’Aquila. Gli agenti della Mobile stanno anche accelerando l’audizione non solo dei ragazzi che il 23 sera si trovavano alla festa, ma soprattutto degli organizzatori, dei titolari del locale notturno, per capire chi ha invitato l’uomo che si è trasformato in uno stupratore.
 
Venerd├Č 29 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:08

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP