Stile di vita sano e buona alimentazione,
ecco gli obiettivi del Progetto Cuore

di Stefano Castellani
L'AQUILA - Un doppio percorso per la nuova edizione del Progetto Cuore, in programma domenica 21 maggio. È la novità di quest'anno della manifestazione che ha come obiettivo la prevenzione cardiovascolare e la promozione di adeguati stili di vita, corretta alimentazione e attività motoria. Oltre al consueto cammino alla Madonna Fore, è stato previsto un altro percorso che dal sentiero porterà in piazza Duomo dove si svolge il Roadshow runcard; quest'ultima iniziativa è a cura della Fida Confcommercio, in collaborazione con la Federazione atletica leggera. Il Roadshow Runcard, che si svolge sabato 20 e domenica 21 maggio a piazza Duomo, condivide i principi ispiratori del Progetto Cuore. «È una giornata di sensibilizzazione nei confronti delle malattie cardiovascolari e della pratica delle attività motorie con l'obiettivo della redazione della certificazione per idoneità allo sport - ha detto ieri il cardiologo e fondatore della manifestazione Progetto Cuore Umberto Pignataro alla presenza dell'assessore comunale Emanuela Iorio, del presidente della Fondazione Carispaq Marco Fanfani e del direttore della Confcommercio Celso Cioni -. Particolare attenzione è dedicata alla certificazione di idoneità sportiva agonistica e non agonistica: questa certificazione va intesa come momento di verifica e di conoscenza dello stato di salute cardiovascolare e non come atto burocratico». Il 21 dalle 9 alle 12, quindi le postazioni di Progetto cuore saranno pronte al rilievo gratuiti dei parametri clinico-strumentali prima e dopo la passeggiata, grazie alle visite di specialisti.

MADONNA FORE
La partenza sarà sempre dalla base del sentiero di Madonna Fore, con i partecipanti che potranno scegliere l'arrivo alla chiesa della Madonna Fore o quello in piazza Duomo. Nelle precedenti edizioni il Progetto cuore è servito a scoprire delle malattie di alcune persone che non sapevano di averle. Spazio anche a una piccola sfida. È prevista, infatti, una premiazione per coloro che presenteranno il valore più basso di frequenza cardiaca, calcolata tra la partenza e l'arrivo, per tre gruppi di diverso Bmi (indice di massa corporea). Ai premiati dei due percorsi verrà offerto un controllo specialistico cardiologico completo nelle sedi operative di Progetto cuore: visita Ecg, Ecocardiogramma Fast e rilascio del certificato di idoneità allo sport non agonistico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 12 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:11
QUICKMAP