118 L'Aquila, altro grave lutto: è scomparsa la dottoressa Troiani, fu una delle prime ad intervenire nel sisma di Amatrice

La Dottoressa Troiani
di Daniela Rosone
Un altro grave lutto per il 118 aquilano. E' scomparsa prematuramente a 57 anni la Dottoressa Emanuela Sevi Troiani, medico stimato ed apprezzato, che la lottato come una leonessa contro il terribile male che l'aveva colpita. 
Lascia il marito Luigino e i figli Marco e Gianlorenzo. La Dottoressa Troiani aveva mosso i primi passi della sua carriera nella locale Asl e nella guardia medica, poi la specializzazione in otorinolaringoiatria e ancora dopo nell'emergenza sanitaria del 118. Nella sua carriera medica aveva operato anche fuori regione. Una professionista valida e capace, dalle grandissime qualità morali come la ricorda con affetto un altro medico del 118, il Dottor Americo Scarsella. Sempre pronta a dare una mano, in particolare in occasione del sisma di Amatrice fu uno dei primi operatori sanitari ad arrivare sul posto e a mettere a disposizione la sua competenza e professionalità. 
Un carattere forte e deciso che la malattia non aveva mai scalfito. Dopo gli altri amici del 118 morti nell'incidente dell'elisoccorso l'ospedale aquilano perde un altro pezzo importante della sua storia. 
Sabato 13 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2018 15:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-01-14 08:13:56
lei fa di tutta l'erba lo stesso fascio, si nota da quel che scrive che lei e' un professorone "uomo di mondo". R.I.P Dottoressa Troiani.
2018-01-13 21:54:03
Sono queste le persone che, pur lasciandoci troppo presto, ci fanno credere ancora nel genere umano. R.I.P. dottoressa... ed un abbraccio ai tuoi cari.
2018-01-13 20:21:24
Se era del 118 cosa vedete di tanto eroico nell intervenire ? Vista la situazione della sanità italiana questi elogi mi sembrano fuori luogo. Poi può anche dispiacere per l essere umano ma questo é altro discorso
2018-01-13 18:28:35
Che possa ricevere almeno quello che ha donato nell'aldilĂ . Grazie per quello che ha fatto per i pazienti a Lei affidati. Che R.I.P. e condoglianze alle persone che Lei Amava.
4
  • 1,7 mila
QUICKMAP