Tattoo in 3D: addio farfallina di Belen, sui polsi delle teenager compare il bacio di Marilyn

di Maria Serena Patriarca
ROMA - L’estate si avvicina, e con la prova costume sulle spiagge si metteranno in bella mostra anche i tattoo, tornati di moda in questa stagione più che mai. Bando, però, alle raffigurazioni tradizionali (come non pensare al gladiatore di Francesco Totti, o al Colosseo tatuato su Claudio Amendola?) per lasciare spazio all’insolito e al malizioso. L’ultimo trend, che impazza specialmente fra le teenager, è farsi tatuare il famosissimo bacio di Marilyn Monroe sul polso, forse per sentirsi, complici le sensuali labbra dell’indimenticabile star, sexy come le dive di Hollywood. Ma le sorprese non finiscono qui, e scopriamo che persino la tanto declamata farfalla di Belen Rodriguez ora è superata dalle molto più d’effetto farfalle tridimensionali. Sì, la grande rivoluzione di quest’anno è il tatuaggio in 3D, e fra i pionieri in questa specialissima tecnica c’è proprio un tatuatore romano. Lui è Marco Manzo, fresco fresco di vittoria, per le sue creazioni sulla pelle, alla recente Convention Internazionale di tattoo a Berlino. «Mi sono ispirato alle nuove tendenze che arrivano dalla Russia», spiega Manzo, «e in Italia sono fra i primi ad aver sperimentato questa tecnica, che richiede una grande precisione e che gioca con gli effetti ottici dati da luci e ombre riprodotte sulla pelle».

Farfalle che quasi quasi spiccano il volo, chiodi che sembrano sporgere dall’epidermide, ma anche dolcetti appena scartati che fanno venir voglia di essere presi e mangiati: non c’ limite ai gusti, dal fetish al country, dal favolistico al tribale, dei “tattoo-addicted”. Nel drappello dei tattoo-victim, naturalmente, ci sono tanti volti noti: come Gabriel Garko, idolo delle adolescenti e non solo, gli ex calciatori Paolo Negro e Vincenzo D’Amico, l’allenatore Claudio Gentile, Marco Mazzocchi, Patrizia Panico (icona della nazionale di calcio femminile), la cantante Manuela Villa che si fatta tatuare una fatina dietro la schiena, Naike Rivelli (figlia di Ornella Muti) ma anche il simpatico Giobbe Covatta, che ha scelto come disegno un delfino, Ricky Memphis che ha optato per uno scudo indiano e un romanissimo ritratto di Giulio Cesare, e persino l’ex “gieffina” Guendalina Tavassi che prima delle sue recenti nozze si regalata un tatuaggio nuovo di zecca. Per chi ama osare nuovi trends, dagli Usa arriva la tecnica del Dotwork, un innovativo stile basato sul puntinismo.
Mercoled 17 Aprile 2013, 14:02 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
QUICKMAP