Kfc sbarca in Italia, la catena di fast food Usa apre nel centro commeciale Roma Est

Il pollo fritto di Kentucky Fried Chicken sbarca in Italia. Apre nella Capitale, all’interno del centro commerciale RomaEst, il primo ristorante della catena di fast food americano. «Kfc è un brand iconico apprezzato in tutto il mondo, siamo felici di poter offrire oggi questo interessante concept anche ai consumatori italiani», ha affermato Corrado Cagnola, Amministratore Delegato di Kfc Italia. «Siamo certi che gli italiani apprezzeranno il gusto eccezionale, la qualità e la genuinità delle nostre ricette a base di pollo, nonché l’unicità dell’esperienza che offriamo ai nostri clienti. E siamo particolarmente orgogliosi di aprire il nostro primo ristorante Kfc in franchising con il partner licenziatario Francesco Fuga, imprenditore di grande esperienza nel settore della ristorazione».



«Sono entusiasta di poter inaugurare il primo ristorante Kfc in Italia,” ha dichiarato Francesco Fuga, franchisee partner della catena a stelle e strisce. Abbiamo creato più di 50 nuovi posti di lavoro e per ogni dipendente è prevista una formazione specifica per imparare a realizzare le ricette di pollo secondo la tradizione Kfc. Gli italiani scopriranno con piacere che tutti i nostri prodotti sono impanati a mano e cucinati ogni giorno nella nostra cucina. Siamo impazienti di coinvolgere i nostri clienti in una food experience davvero straordinaria».



Kfc offrirà ai propri clienti l’opportunità di condividere un pasto attraverso la formula del Kfc Bucket, che contiene i Crispy Tenders (fettine di filetto di pollo), le Hot Wings oppure pezzi interi di pollo. Inoltre, il menu proporrà i sandwich di pollo preparati secondo la Ricetta Originale® come Twister, B.o.s.s. (Big Original Sanders Sandwich), Boxmaster e Double Krunch, oltre al Brazer, una novità a base di pollo cotto al forno.



Saranno disponibili anche il Menu Bambini e insalate miste; contorni vari, come patatine fritte, mais e insalata; una serie di dessert e caffè Illy. In particolare, Kfc metterà a disposizione Pepsi e tutte le bevande alla spina con il metodo del free refill, posizionandosi quale prima insegna della ristorazione veloce in Italia ad offrire ai clienti la possibilità di servirsi la propria bibita preferita in maniera gratuita e illimitata, direttamente dagli appositi erogatori.



I menu avranno prezzi a partire da meno di 6 euro. Situato al primo piano del centro commerciale RomaEst, di fronte all’ingresso del cinema, il ristorante si estende su una superficie di 850m2.
Venerdì 21 Novembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 23-11-2014 19:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2014-11-23 07:55:46
Che bello aprire bocca e dare fiato senza conoscere minimamente l'argomento
2014-11-23 07:32:43
La buona notizia in questo articolo e' che hanno creato nuovi posti di lavoro, poi se il pollo sarà pure buono ben venga.
2014-11-22 12:39:32
Nessun controllo dell'Ufficio Igiene? Wow, hai altre perle di saggezza demagogica? Forse ti riferisci ai locali di cibo locale, quelli dove spesso l'Ufficio Igiene si "dimentica" di passare? Oppure parli dei Kebab e dei cinesi dove passano di rado per paura di essere considerati razzisti? (e là sì, comunque, che quando passano ne chiudono uno su due). Te lo chiedo perché lavoro in una nota catena di Fast Food, e i controlli che abbiamo sono qualcosa che tu non puoi immaginare. Sia controlli pubblici che privati. Continuamente. Arrivano dentro con le tute bianche, senza preavviso, e prendono i tamponi a tutti e su tutto. E ti ricordo che le cucine sono "aperte", visibili al pubblico. Vai invece nei bei ristoranti 5 stelle (ho avuto la sfortuna di fare il cameriere in un paio di quelli), quelli dove le famiglie vanno per le comunioni, i matrimoni etc. Quelli dove le cucine sono chiuse e non si può entrare né vedere. Ecco, ci ho lavorato in un paio diversi in diverse città. E là, sicuramente, non ci andrò più a mangiare. Quindi, sono d'accordo con te che forse il cibo è spazzatura. Ma nessuno ti obbliga ad andarci. E comunque almeno questi posti danno da lavorare a 20-30 persone per ristorante. E l'igiene che trovi là non la trovi in quasi nessun altro ristorante. Neppure quelli "fighi". E in tempi di crisi la gente rinuncia volentieri alla -finta- salute dei ristoranti nostrani e accetta volentieri di mangiare fast food a metà prezzo e in metà tempo. A qualsiasi ora.
2014-11-21 21:09:22
Certo, I fritti non sono salutari, ma il Kentucky Fried Chicken e' ottimo, Non e' affatto una schifezza. Fra I fast foods e' probabilmente il migliore. Negli U.S. le autorita' locali e federali controllano queste catene, ma non so se poi da voi andra' a finire come le mozzarella blu e I cibi avariati messi in vendita che ogni tanto vengono sequestrati a tonnellate.
2014-11-21 16:08:33
dall'estero solo schifezze e nessun controllo dell'Ufficio d'Igiene altrimenti molte catene sarebbero state chiuse
QUICKMAP