Luisa Corna: «Il calendario sexy? Non lo rifarei.
Una voce falsa mi ha rovinato la vita...»

MILANO – “Sì, ho provato quella sensazione. Sono stata ferita in passato, per quella vicenda, una voce falsa che mi ha rovinato l'esistenza”. Luisa Corna, 50 anni il prossimo 2 dicembre, ex showgirl e oggi cantante, torna sul gossip che la voleva insieme ad Umberto Bossi la notte che venne traportato d’urgenza in ospedale: “Non ne voglio parlare – ha fatto sapere in un’intervista a “Libero Quotidiano” - La frase che dico ai concerti (Fatevi rispettare dalla vita) è un incitamento a fare le proprie scelte senza farsi influenzare dagli altri”.



La tv non le manca (“Giuro. Non ne sento la necessità. Forse perché in tv ci sono arrivata già grandicella, a 33 anni. Non da ragazzina. Ho esordito grazie a Michele Guardì che mi ha notata e mi ha fatto fare un provino con Fabrizio Frizzi per Domenica in: come cantante non come valletta”) e ora non rifarebbe il calendario sexy: “effetti. Però dai, anche Madonna e altre cantanti non si sono fatte mancare foto sexy. In quegli anni il calendario era molto popolare, l’avevano fatto anche Monica Bellucci, o uomini come Alessandro Gassmann. Era una moda. Oggi è passata. Non lo rifarei, comunque. Primo perché sono cose che si fanno una volta sola. Secondo, nel momento in cui fai un calendario è difficile poi uscire dall' etichetta della bella e sexy. Un ruolo fisico, un marchio pesante. La bellezza - questo è vero - è uno strumento che serve. A me ha dato la possibilità di essere notata. Poi ho fatto altre cose e ho raggiunto una maturità professionale”.



Sabato 21 Novembre 2015 - Ultimo aggiornamento: 17-11-2015 09:39

QUICKMAP