seguici su Facebook Twitter Google+ RSS
Venerdì 18 Aprile - agg.12:35
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Roma

Prima Porta, il rapper senza più casa
scrive al sindaco: «Lacrime di fango» Video

Zak Munir: canzone dedicata al sindaco Marino, ci dia delle risposte

PER APPROFONDIRE tagprima porta, fango, sfollati, alluvione
di Laura Bogliolo
ROMA - «Lacrime di Fango dedicata al sindaco Ignazio Marino». Zak Mounir ha 24 anni, è uno degli sfollati di Prima Porta. Ha perso la casa e i suoi ricordi e ha composto una canzone rap per raccontare il suo dramma. «Mi è rimasta solo la mia musica asciutta - dice Zak - fango e acqua hanno reso la mia vita sterile, voglio far conoscere la nostra condizione». Zak (in arte Munir) è nato e cresciuto a Roma, i suoi genitori sono tunisini. Il fratello più piccolo, Omar, durante il venerdì notte della tragedia ha avuto la forza di sfondare la porta di casa mentre l'acqua continuava a salire.

GUARDA IL VIDEOCLIP

Zak ha sempre avuto la passione del rap. Ha già composto canzoni e dopo l'alluvione che ha distrutto la sua casa, ha deciso di comporre un brano «dedicato al sindaco Ignazio Marino, perché noi - dice - noi sfollati che abbiamo perso tutto vogliamo delle risposte. La canzone si chiama Lacrime di fango - dice Zak - quel fango che abbiamo visto distruggere ogni nostra cosa».

La dedica a Don Dario. «E Prima Porta piange, unita dalla solidarietà di chi ha un cuore, Don Dario è il migliore» scrive Zak, fratello gemello di Zakia, la giovane che faceva la commessa e che è stata licenziata dopo aver perso casa e vestiti. Zak dedica la strofa a don Dario, il parroco della chiesa Sant'Alfonso Maria de' Liguori. «Ci sentiamo abbandonati - suona la canzone del giovane rapper - aspettando le risposte, dal sindaco Marino».

Il testo della canzone
Zak Munir - Lacrime di Fango


E Prima Porta piange,
Unita dalla solidarietà di chi ha un cuore,
Don Dario è il migliore,
Aiuta le persone senza razza n'è colore,
E ci sentiamo tutti abbandonati,
Perchè lo stato non ci ha tanto proprio tutelati,
Aspettando le risposte,
Dal Sincaco Marino senza armi ne percosse..

Le nostre lacrime le abbiamo esaurite nel fango,
Una vita intera spazzata via in un lampo,
È bastata una notte di violenti piogge,
Per cancellare la mia vita senza più ricordi,
E mentre il mio quartiere affoga nella sua disgrazia,
C'è che guarda e non aiuta una famiglia in acqua,
Mio fratello dodici anni solo un ragazzino,
Ha salvato madre e padre merita un inchino,
Me mia mamma dal telefono " abbiam perso tutto "
Gli dico " amore dai non piangere sistemo tutto "
Sapendo che non tornerà mai più quello che è stato
Mi rendo conto che è più dura di quanto pensavo,
Adesso non avremo più una casa dove andare,
La nostra dignità è più forte per ricominciare
Ed allo Stato chiedo di non aiutare me,
Ma Le famiglie senza casa come me.
Rit
E Prima Porta piange,
Unita dalla solidarietà di chi ha un cuore,
Don Dario è il migliore,
Aiuta le persone senza razza n'è colore,
E ci sentiamo tutti abbandonati,
Perchè lo stato non ci ha tanto proprio tutelati,
Aspettando le risposte,
Dal Sincaco Marino senza armi ne percosse..
Martedì 11 Febbraio 2014 - 14:44
Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Febbraio - 20:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Decreto Irpef, Renzi alla stretta finale. Bonus da 620 euro, salirà a 950 nel 2015. Tagli agli stipendi: 4 fasce

Il premier Matteo Renzi è alla stretta finale in vista dell'approvazione, domani in consiglio dei...

Fs, utile netto in crescita a 460 milioni

Fs chiude il bilancio 2013 con un utile netto di 460 milioni, in crescita del 20,7% rispetto all'anno...

Alitalia-Etihad, vertice con governo per salvare la trattativa

Lo strappo consumato da Etihad con la dura lettera di mercoledì, ieri ha costretto Alitalia a correre...

Statali, stangata sugli stipendi in arrivo: il primo tetto a 60mila euro

Tetto alle retribuzioni per tutti i dipendenti pubblici. Sta prendendo forma l'articolo del decreto...

Lavoro, meno proroghe per i contratti. Scontro nella maggioranza

Il tetto delle proroghe, per i contratti a tempo determinato passa da otto a cinque. La commissione Lavoro...

CASA
Pensioni nel 2014, cresce l'età delle donne
Si allontana il congedo. Nel 2017 pareggio anagrafico tra i due sessi
Case sfitte, quando e perché si paga l'Irpef
La tassa è dovuta per alloggi vuoti nella città di residenza
Guida alla Tasi, prima rata a giugno
Presto le aliquote decise dai Comuni. Il saldo entro il 16 dicembre
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2012 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009