Roma, due cani torturati e strangolati a Lanuvio: caccia al responsabile

di Eugenia Belvedere
Due cagne di razza maremmana torturate e strangolate a Lanuvio. A ritrovarle un contadino che cercava asparagi nella campagna tra il centro cittadino e la zona di Campoleone. È stato nella mattinata di ieri che Paolo Cleobi, agricoltore che vive nella zona di Valle Fiara, si è imbattuto in quei poveri resti. Gli animali, ritrovati uno accanto l’altro (foto di Luciano Sciurba), erano stato legati a un albero con un corto filo di ferro: più tentavano di liberarsi più si soffocavano.

Una crudeltà che ha sconvolto l’uomo. L’agricoltore ha subito allertato una volontaria di un’associazione animalista molto attiva sul territorio e insieme hanno contatto gli agenti della polizia locale e il servizio veterinario della Asl RmH. I due cani, femmine, forse di un anno di età, sarebbe stati torturati tra sabato e domenica, una di loro era gravida e l'altra aveva partorito da poco.

Privi di microchip di riconoscimento, tatuaggi o medagliette, i due sono stati condotti all'istituto di zooprofilassi di Roma dove verranno effettati accertamenti. Paolo, l'agricoltore, promette: «Se non lo farà nessuno darò io una degna sepoltura ai due poveri animali». Al vaglio degli agenti della polizia di Lanuvio, diretti dal comandante Liana Velletrani, due ipotesi: il proprietario si è voluto disfare di quelle bestie oppure un gesto deliberato di crudeltà da parte di un maniaco. E’ stata aperta un’indagine e la polizia sta interrogando i residenti della zona nella speranza che qualcuno sappia dare indicazioni.

Il Comune di Lanuvio è da tempo attivo sul fronte della tutela degli animali randagi, ad esempio con il progetto di sterilizzazione. E sono sempre i volontari a gestire il canile Rifugio che ospita 300 animali.
Mercoledì 12 Marzo 2014, 10:44 - Ultimo aggiornamento: 13 Marzo, 09:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
lolalola
17:51:00, 2014-03-12
come si possono fare....
....cose simili. Io mi sento male solo a pensare al calvario di quei due esseri innocenti!!! Se preso, al responsabile bisognerebbe dare il massimo della pena prevista in questi casi.Mi ricorda un'altra atrocità simile compiuta a Villa Ada tempo fà....
carla7
15:49:00, 2014-03-12
Notizia brutta e triste.
Conoscendo l'indole del maremmano escluderei che si tratti di una persona a loro sconosciuta, soprattutto in considerazione che i cani erano due. Secondo me se ci saranno buone indagini la soluzione dovrebbe arrivare presto e questo essere indefinibile dovrà avere il massimo delle pene previste. Spero inoltre che si trovino presto vivi i cuccioli della cagna che aveva già partorito, ma credo abbiano fatto pure loro una bruttissima fine. Anche di questo spero si terrà conto nel processo all'essere indefinibile.
Lallallero
15:43:00, 2014-03-12
ma perchè
mettere foto e video???
exsphinx
15:22:00, 2014-03-12
...cosa aspettano,una volta individuato il colpevole,speriamo,a fargli fare la stessa allucinante fine?? è ora di finirla nel lasciare impuniti questi criminali,eliminarli una volta per tutte dalla società,questa gentaccia è solo fonte di pericoli per gli animali e per gli umani.
molmax
15:08:00, 2014-03-12
repetita iuvant
Ho augurato una morte terribile a chi ha commesso questo atroce delitto! Non lo avete postato, forse come dite piu' in basso e' un'espressione scurrile? Esalto o istigo alla violenza? No, almeno non mi pare ripeto: Possa/possano morire altrettanto atrocemente!!!
7
QUICKMAP