Allarme bomba in Vaticano
durante la visita di Hollande

Allarme bomba in Vaticano (Ansa)
Un falso allarme bomba in Vaticano e un ordigno esploso vicino alla fondazione francese. Alta tensione nella capitale per la visita del presidente francesce Hollande a San Pietro. Una telefonata anonima al 112 fatta da una cabina telefonica ha segnalato la presenza di un ordigno sotto il colonnato di San Pietro. Sul posto sono intervenuti gli artificieri dei carabinieri per le opportune verifiche. Le verifiche degli uomini dell'Ispettorato Vaticano hanno avuto esito negativo. Non è stato trovato alcun ordigno.



La telefonata è giunta in concomitanza con il giorno di visita del presidente francese in Vaticano. Intanto stanotte un ordigno rudimentale è esploso danneggiando almeno cinque auto in sosta, in vicolo della Campana, in pieno centro storico.



La visita di Hollande. L'ordigno, che secondo una prima analisi degli artificieri dell'Arma, e di fattezze artigianali, è stato fatto esplodere nei pressi di una fondazione francese legata all'ambasciata presso la Santa Sede. Tra le varie ipotesi anche quella che l'ordigno possa essere un atto dimostrativo legato alla visita odierna che il presidente francese, Francois Hollande, farà oggi in Vaticano. La "bomba" era composta da polvere pirica e pezzi metallici.



Auto danneggiate. Tra i danni, le fiancate di tre auto bucate dalle schegge di metallo schizzate nella deflagrazione. L'esplosione ha mandato in frantumi alcune finestre, tra cui quella della fondazione francese. Gli investigatori al momento non escludono nessuna pista e non c'è stata finora nessuna rivendicazione.
Venerdì 24 Gennaio 2014 - Ultimo aggiornamento: 16:54

QUICKMAP