Movida all’Eur, minacce e ricatti: ecco gli abusivi del parcheggio

di Marco Pasqua
Sono arrivati puntuali ad aspettare il popolo della notte richiamato dalle discoteche en plein air dell'Eur. Con la partenza dell'estate romana, la zona è stata occupata, ancora una volta, da bande di spregiudicati parcheggiatori abusivi. Hanno suddiviso le strade in settori, ognuno dei quali affidato ad un illegale, arrivando a circondare, letteralmente, le principali manifestazioni della zona, dal Gay Village a Fiesta.





Un assedio che sembra non temere il passaggio (molto sporadico) delle pattuglie dei vigili. Alla loro vista, si fermano, fanno finta di nulla, salvo poi tornare a pretendere dagli automobilisti la tassa fuorilegge. E tutto riprende come prima, come se questo quadrante della città fosse sfuggito al controllo di chi dovrebbe evitare il pagamento del pizzo ai cittadini.



L’estorsione. Chi arriva, a partire dalle 21, in viale dell'Agricoltura, via delle Tre Fontane, ma anche viale Romolo Murri e viale di Val Fiorita, non ha alternative. Se parcheggia da solo o se viene “assistito” dall'abusivo di turno, appena esce dall'auto viene “accolto” dalla mano tesa del parcheggiatore. Quella mano tesa nasconde, in maniera per nulla velata, una richiesta tassativa. Il prezzo varia a seconda della vicinanza dell’auto alla discoteca.



I prezzi arrivano a tre euro e partono da un minimo di un euro, per i punti più distanti (ci sono parcheggiatori appostati perfino di fronte alla fermata della metro Magliana, in piazzale di Val Fiorita). «Io qualche volta ho provato a non pagare – racconta Andrea S., 24 anni – ma mi hanno detto che non avrebbero garantito l'auto da eventuali danni».



«Mi stupisce il fatto che non abbiano nessuna paura, si sentono i padroni», dice Stefano D., studente universitario. E già vengono segnalati i primi casi di danneggiamenti: nella notte tra venerdì e sabato a terra erano presenti i vetri rotti di diverse automobili. Gli abusivi “in servizio”, nell'ultimo week-end, oscillavano tra le 30 e le 40 unità. Una minoranza è rappresentata da tunisini e marocchini, mentre la stragrande maggioranza è formata da napoletani e rom. I più spregiudicati sono proprio i rom, alcuni dei quali pretendono anche di poter accedere liberamente e senza pagare un euro alle manifestazioni (per utilizzarne i bagni).



Illegalità. Una situazione che è nota agli organizzatori degli eventi. A cominciare da Imma Battaglia, a capo della struttura che, da 13 anni, guida il Gay Village. «Alcuni parcheggiatori li conosco bene – racconta la consigliera comunale – Li vedo ogni anno, non cambiano mai. Uno in particolare, un napoletano, occupa sempre lo stesso posto».



Anche a lei chiedono puntualmente i soldi, ma la Battaglia si rifiuta di pagare l'obolo. «Certo, ho paura che possano farmi qualcosa, il pensiero che possano danneggiare la mia auto c'è», dice. «Siamo di fronte ad una situazione nota ed è grave il fatto che non si riescano a reprimere questi fenomeni. Purtroppo ci sono poche risorse e i vigili non riescono a presidiare il territorio come dovrebbero. E così nella zona regnano incontrastati questi impiegati dell'illegalità».



«Ci stanno già arrivando molte segnalazioni dai cittadini che si lamentano per il proliferare di questi parcheggiatori, organizzati e particolarmente insistenti quando non addirittura aggressivi», sottolinea Carlo Pileri, portavoce di iConsumatori. «Si tratta di una vera e propria estorsione, e come tale dovrebbe essere trattata dalle autorità, come del resto già sta avvenendo in altre città, dove il fenomeno è stato alla fine debellato». La scorsa estate il Comune aveva predisposto una serie di servizi straordinari dei vigili.Quest'anno, invece, i controlli non sono ancora partiti e l'illegalità la fa da padrona.
Domenica 22 Giugno 2014 - Ultimo aggiornamento: 03:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2014-06-23 15:50:00
14:26 da esseppi esatto, se paghi ... allora meriti di pagare! (; - BdV/Anchise
2014-06-23 14:26:00
MUOVIAMOCI se veramente siamo stanchi di essere taglieggiati da questi e soprattutto siamo stanchi di non vedere mai forze dell'ordine in azione, ALMENO ROMPIAMOGLI L'ANIMA !!! tutti, dico TUTTI quelli che parcheggiano dovrebbero immediatamente telefonare ai vigili e/o ai carabinieri denunciando il ricatto, minacce o quanto altro: se cominciano a ricevere qualche centinaio di telefonate tutte le sante sere forse si muoveranno almeno per non sentirci più
2014-06-23 09:31:00
Attenzione!!! Volevo segnalare che l'ausilio delle strisce blui non debella assolutamente il problema, anzi il problema diventa doppio per il cittadino perchè si è costretti a pagare sia le strisce blu che il pizo x ritrovare la macchina sana.. ve lo assicuro perchè questo già accade a testaccio!!!! Mandateli a casaaaaaaaa!!!!
2014-06-22 23:10:00
clemente dorme clemente, assunto a peso d'oro dal sindaco ciclista non è capace di fermare questo ricatto ai danni dei cittadini. che venga cacciato. non è un impresa difficile sbattere in galera un gruppo di estortori e rispedirli poi a napoli o in romania. che intervenga la mobile, sono andati in cinquanta a fermare una bimba di sei anni e la madre, vadano in trecento a fermare i parcheggiatori abusivi
2014-06-22 21:07:00
Controlli inesistenti E se ne beccano uno, il giorno dopo è di nuovo a fare il ladro... Ringraziamo le nostre istituzioni per questo e ricordiamocene alle prossime elezioni...
QUICKMAP