Giubileo, in Ama tagli per 20 milioni

di Lorenzo De Cicco
Una spending review straordinaria per finanziare il piano di interventi legati al Giubileo. Dalla revisione degli appalti alla riduzione delle spese per la benzina (grazie ai nuovi percorsi tracciati col Gps), al taglio degli straordinari del personale. La manovra di risparmi messa a punto dai vertici dell'Ama è di 20 milioni di euro. Con questi fondi verrà coperto il 75% del piano da 27 milioni che la municipalizzata dei rifiuti ha presentato al Campidoglio per potenziare pulizia e raccolta dell'immondizia in vista dell'Anno Santo straordinario convocato da Papa Francesco.

Al momento dal Campidoglio, via Palazzo Chigi, sono arrivati solo 7 milioni (fanno parte del primo pacchetto da 30 milioni sbloccato dal governo a settembre). Serviranno per la manutenzione delle aree verdi adiacenti alle basiliche e alle fermate della metro, per rafforzare il parco mezzi e per aumentare i bidoni della spazzatura.



Il resto del piano invece verrà finanziato attraverso risorse interne. La metà dei 20 milioni di risparmi, arriverà dalla revisione degli affidamenti. Gli appalti concessi tramite gara pubblica (che hanno sostituito le proroghe in scadenza) dovrebbero permettere ad Ama di ridurre le spese di circa 10 milioni.



UTENZE NON DOMESTICHE

Solo il contratto per la raccolta porta a porta delle utenze non domestiche (prima gestito dalle coop Edera e 29 giugno, entrambe finite nel mirino della Procura per Mafia Capitale) permetterà di ridurre i costi di 6 milioni all'anno a partire dal 15 novembre, quando entrerà in vigore il nuovo accordo.

Due milioni invece arriveranno dal taglio degli straordinari dei 7.800 dipendenti dell'azienda, per i quali da agosto è entrato in vigore il nuovo contratto che aumenta il personale in servizio nelle domeniche e nei festivi.



I CAMION

L'azienda conta di ridurre del 5% i costi del carburante dei mezzi, pur mantenendo la lunghezza totale delle strade raggiunte, che si attesta a quota 3.370 km. I nuovi percorsi dei veicoli Ama (sia per la raccolta dell'immondizia che per lo spazzamento) e soprattutto il controllo simultaneo delle vetture attraverso il segnale Gps, nei piani dell'azienda dovrebbe permettere di sforbiciare i costi senza intaccare la qualità dei servizi erogati.



ALL'ESTERO

Altri tre milioni arriveranno dalla revisione dei costi per lo smaltimento dei rifiuti, attraverso i nuovi bandi per portare l'indifferenziata all'estero. L'accordo raggiunto la settimana scorsa per trasferire le prime 160mila tonnellate di immondizia in Germania, attraverso i 5 siti della Mag Gmbh, ha fatto scendere il prezzo di una tonnellata di rifiuti a 138 euro, dai 143 del tariffario della Colari di Cerroni. Risparmio calcolato: 1 milione di euro. Una cifra che i vertici di via Calderon de la Barca contano di triplicare, attraverso l'indizione di un nuovo bando per portare fuori dall'Italia altre 450mila tonnellate.



lorenzo.decicco@ilmessaggero.it
Lunedì 26 Ottobre 2015 - Ultimo aggiornamento: 27-10-2015 09:01
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2015-10-26 09:49:05
cioè che vuol dire? che a me (e a voi) la tassa per la spazzatura tocca sempre pagarla , ma inevitabilmente mi puliscono meno sotto casa perchè i servizi li garantiscono al 100% solo al I municipio e al Vaticano??
2015-10-26 11:38:36
(Al momento dal Campidoglio sono arrivati "solo" 7 testoni che fanno parte del "primo pacchetto" dei 30...che serviranno per la manutenzione delle aree verdi adiacenti alle basiliche...come se io volendo festeggiare le nozze d'oro con mia moglie, invitassi tutto il condominio a farsi carico delle spese degli addobbi floreali dal portone in su.Dice...si vabbè però i milioni di pellegrini, apriranno i loro portafogli...si arivabbè, apriranno i loro portafogli,per portare la pecunia nei posti e nei luoghi fissati dalla tela di ragno delle centinaia di parrocchie nostrane con freccette indicanti il percorso dove far confluire l'obolo.Insomma senza tanti giri di parole,l'anno santo è un grande giro de quattrini, incanalato scientificamente a dovere da chi se ne intende,mica come quello musulmano della Mecca di quest'anno,700 morti e migliaia di feriti...noi le cose le facciamo bene.
2015-10-26 12:01:08
Che ridere...loro fanno l'anno santo e gli italiani anticipano i finanziamenti. Ma l'italia è un paese o una baraccopoli di matti! Questo arriva, ordina feste a gogò e noi paghiamo e loro incassano? come funziona questa storia, come sempre a modello italico, ma dico non vede questo papa che il paese non ce la fa ad andare avanti, fra gente senza case, disoccupati, mancanza di scuole e tutto il resto? cosa crede che funzioniamo come quelli che ci mostrano in TV, agghindati e pieni di rolex gli uomini e di gioie le donne, ossia siamo tutti così, entriamo nei negozi lusso del centro a comprare ciò che ci piace? Non dico il papa che fra l'altro è straniero e vediamo che del nostro andare poco gli importa date le nulle visite al paese, ma stì vescovi che quì risiedono dovrebbero dargli qualche informazione no?
2015-10-26 13:05:49
per chi critica il Giubileo.. ma Roma è una città industriale? Agricola? A me risulta che campa tantissimo sul turismo. Un pellegrino del Giubileo dorme a Roma, mangia e beve a Roma e compra a Roma e ... ritornerà a Roma appena possibile. Tutto lavoro per i romani e le ditte romane, tutte Iva, Irpef e Irpeg per lo Stato e per gli enti locali.
2015-10-26 13:32:04
Roma incivile, ed è tutta colpa dei predecessori e di Alemanno, e magari idem con Atac : ) e si, perchè mondezza (e buche che uccidono) ed il degrado totale non erano forse una priorità assoluta da quando Inetto Ignavo si è insediato due anni fa?!? E poi se i predecessori non avevano risolto, si fa un nuovo sindaco per risolvere, non per andar peggio !!!
QUICKMAP