Diciottenni romani: sesso
in tenera età ma “distratti”

di Francesca Filippi
I diciottenni romani possono “vantare” un primato rispetto ai loro coetanei del resto d'Italia: sono precoci in amore ma anche molto sbandati. Non basta: sono anche tra quelli che pesano di piý (in particolare chi vive in provincia) e fumano in modo allarmante. Soprattutto in citt√† √® alta la percentuale delle infezioni sessuali. Un ritratto che fa pensare ad una generazione che non vuole ricordare (n√© vuole leggere) le informazioni che riguardano il sesso. Le prime esperienze e il modo per proteggersi.



I dati rientrano nella ricerca condotta a livello nazionale su 10mila ragazzi dai 18 ai 22 anni firmata dal dipartimento di Medicna sperimentale, sezione Fisiopatologai medica e endocrinologia, dell'università di Roma La Sapienza -Accademia della fertilità.



L'analisi per il Lazio è stata condotta su 2.785 ragazzi di Roma e provincia di 47 scuole superiori. I diciottenni che vivono nella Capitale e nella provincia, rispetto ai coetanei del resto d'Italia, hanno il primo rapporto, mediamente, a 15 anni e mezzo. Precoce, bollano gli esperti.



Rispetto al resto delle penisola i ragazzi di Roma si proteggono ancora meno durante i rapporti: non si protegge il 66% dei romani e il 67% di chi vive fuori città contro il 48,3% a livello nazionale. Il 58% sfida la possibilità di avere una gravidanza.



La ¬ędimenticanza¬Ľ viene associata al frequente uso di droghe (44% sotto i 22 anni si √® avvicinato a marijuana, hashish, cocaina, allucinogeni). ¬ęEmerge una maggiore frequenza di sovrappeso - spiega Andrea Lenzi, direttore della sezione di Fisiopatologia medica ed endocrinologia dell'universit√† La Sapienza di Roma - e obesit√† tra i ragazzi che vivono in un contesto suburbano rispetto a quelli metropolitani. Dall'indagine emerge che complessivamente i ragazzi della capitale hanno avuto un maggiore accesso a trattamenti andrologici rispetto a chi vive fuori citt√†. Alta la percentuale di malattie a trasmissione sessuale e di fimosi, quest'ultima possibile conseguenza di infezioni¬Ľ
Venerdì 8 Novembre 2013 - Ultimo aggiornamento: 18:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP