seguici su Google+ RSS
Giovedì 24 Luglio - agg.3:42
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Roma

False cessioni immobiliari,
arresti e sequestri di hotel

Bancarotta fraudolenta per Dario Roscioli e Antonio Conte

di Valentina Errante

ROMA - Erano pronti a lanciare sul mercato Usa le azioni della “Southern State sign company”, che controlla le società proprietarie di complessi alberghieri nel Lazio, in Veneto e in Puglia, ma i militari del nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza hanno fatto più in fretta: un sequestro da 80 milioni di euro e un’ordinanza di custodia cautelare che ha mandato ai domiciliari gli imprenditori Dario Roscioli e Antonio Conte e i commercialisti Roberto Zullo e Stefano Barei.

Tutti accusati di bancarotta fraudolenta, appropriazione indebita, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, omessa dichiarazione, trasferimento fraudolento di valori e impiego di denaro illecito. Sequestrati il Ripa hotel Resort a Trastevere, il centro turistico sui Colli Euganei Radisson Blu Resort di Galzignano Terme e una masseria in Puglia, mentre al centro delle indagini è finito l’ex hotel Es di via Giolitti. Altre dieci persone sono indagate e per cinque imprenditori il gip ha disposto l’interdizione dall’attività. «Siamo separati da oltre 20 anni come conduzione familiare - commenta Giuseppe Roscioli, estraneo alla vicenda, ma cugino di Dario e presidente di Federalberghi Roma - ho poco da dire, se non che mi spiace».

L’ORDINANZA
Al centro dell’indagine, del procuratore aggiunto Nello Rossi e dei pm Francesco Ciardi e Francesca Loy, sono finite due operazioni di “lease back”, cessione del patrimonio immobiliare a società che ne avrebbero poi consentito il riscatto. La prima, da 120 milioni di euro, riguardava anche il centro Polifunzionale Es di via Giolitti. Scrive il gip: «La manovra diretta all’evasione delle imposte e alla sottrazione dei cespiti costituenti la garanzia patrimoniale del creditore Fisco perpetrata dapprima con Cr Invest e reiterata con Forimi Italia è stata fondata su operazioni di lease back, che hanno permesso agli indagati di ottenere la liquidità necessaria per estinguere importanti debiti».

Nella seconda operazione, da 41milioni e 500mila euro, rientra invece il complesso alberghiero in Veneto. Il ricavato delle cessioni finiva in una serie di società intestate a prestanome, portate al fallimento per evitare di saldare i conti con il fisco. I soldi, invece, venivano dirottati su conti in Austria, Lussemburgo, Liechtenstein, San Marino e Stati Uniti. Con cifre a sei zeri trasferite sui depositi personali degli indagati.

LA SOCIETA’ USA
Scrive il gip: «L’indagine ha permesso di osservare la costituzione di un nuovo rilevante, gruppo imprenditoriale facente capo a Dario Roscioli e Antonio Conte, in cui sono conferite le attività sottratte», gruppo imprenditoriale «che si accinge a quotarsi sul mercato azionario di New York per riciclare ulteriormente i frutti dell’attività delittuosa».

Mercoledì 10 Aprile 2013 - 11:22
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Tifone a Taiwan, aereo si schianta in atterraggio: 51 morti e sette feriti

Aereo di linea si schianta in fase di atterraggio a Taiwan. Ci sarebbero 50 morti.

La moglie non vuole fare sesso, lui pubblica online tutte le scuse usate

C'è chi dice che il matrimonio sia la tomba dell'amore. Per qualcuno, sicuramente lo...

Papà trova babysitter che abusa del figlio Lo picchia a sangue, poi chiama la polizia

Lo ha picchiato così forte da farlo svenire. Poi ha chiamato la polizia: «Sono tornato a casa e...

India, ha forti dolori alla bocca, gli estraggono 232 denti: caso da Guinness dei primati

I dottori di un ospedale indiani di Mumbai hanno estratto 232 denti ad un adolescente che si lamentava per...

CASA
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
Agevolazioni fiscali per una casa più sicura
Sconto Irpef del 50% su porte blindate, grate e telecamere
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009