Renzi: «Dal primo agosto restituiremo 500 euro a 4 milioni di pensionati»

«Nessun pensionato perderà un centesimo. Noi scriveremo una nuova norma rispetto al blocco dell'indicizzazione che restituirà in tasca a 4 milioni di italiani 500 euro a testa a partire dal primo agosto». Lo ha detto Matteo Renzi all'Arena, anticipando la decisione del governo sulle pensioni.



«Ovviamente non sarà un rimborso totale. Ma ci sono 2 miliardi che mi ero tenuto per le misure contro la povertà», ha spiegato il premier, analizzando le risorse che saranno impiegate. Dai rimborsi dovrebbero essere esclusi i pensionati con redditi superiori ai 3.000 euro al mese. E Renzi smentisce l'ipotesi di un mancato intervento sulle pensioni per «paura delle regionali». «Uno che guida un paese non può avere paura delle elezioni», spiega.



«Non credo sia una sentenza politica», commenta poi sulla decisione della Consulta sulle pensioni. «La Corte è l'ultima istanza. La si accetta. È chiaro che avrei preferito un'altra sentenza ma non mi metto a fare polemiche con la Corte o con il precedente governo o con il precedente Parlamento», spiega Renzi che continua: «Se devo essere sincero dico che non sono stato contento... ma dobbiamo difendere le istituzioni rispettandole».



Regionali

E proprio a proposito delle regionali il premier è cauto riguardo ai pronostici. «Io le vincerei tutte e 7 ma è evidente che non è facile - ironizza - È difficile ma certo il Pd ora ci ha preso gusto a vincere. Ci proviamo a vincerle tutte e sette ma i miracoli non esistono».



Scuola

«E' finita la stagione del 6 politico». Matteo Renzi rivendica l'attenzione al merito nel ddl scuola. «Dalle lettere che mi sono arrivate credo che la maggior parte dei professori sia pronto ad un sistema di valutazione».

Riguardo all'iniziativa annunciata dai Cobas sul blocco degli scrutini, «noi siamo disponibili al confronto, deciderà il Parlamento, ma chi boicotta i test Invalsi» o chi «blocca gli scrutini» non fa un bell'esempio di educazione civica». L'apertura arriva invece sulla figura del "preside sceriffo". «Sul preside discutiamo», «forse hanno ragione» i docenti a lamentare il sistema di valutazione, «io su questo sono pronto alla condivisione e confronto» e «abbiamo cambiato su questo punto».



Infrastrutture

«La Salerno-Reggio Calabria finalmente la finiamo», ha annunciato Renzi, che ha parlato di «accelerazione definitiva entro il 2015 per tutti i cantieri ancora aperti. Credo che al massimo il prossimo anno i lavori della Salerno-Reggio Calabria, la novella dello stento più incredibile della storia italiana, sarà concluso». Da domani, giorno in cui si riunisce l'Assemblea dell'Anas, ci sarà un nuovo board. «Abbiamo ringraziato Ciucci per il lavoro che ha svolto. Da domani ci sarà un nuovo Cda all'Anas».



Crisi

«Se pensiamo a come eravamo messi un anno fa vedo qualche segnale positivo - ha spiegato Renzi - certo bisogna continuare a lavorare ma una parte dei lavoratori che erano precari ora sono stabili, tornano gli investitori stranieri e il Pil ha svoltato, cambiato direzione. Io posso anche non stare simpatico ma diamoci una mano a rimettere in moto l'Italia».



Reazioni

Per la Cgil-pensionati: "Il governo non può cavarsela così, con una una-tantum. Per evitare errori e contenziosi sarebbe opportuno che ci ascoltasse".

Durissime le reazioni di Forza Italia con Renato Brunetta e Maurizio Gasparri che parlano di "furto" e di "banditismo" da parte del governo. "Il governo è fuorilegge e la Lega è pronta a fare un nuovo ricorso", ha invece detto Matteo Salvini, segretario della Lega Nord. Per Cesare Damiano (Pd), invece, è giusto privilegiare la restituzione dei fondi ai pensionati di reddito medio-basso. Fratoianni di Sel chiede infine l'applicazione della sentenza della Corte Costituzionale.
Domenica 17 Maggio 2015 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2015 07:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2015-05-18 12:34:52
Da Giletti mi aspettavo domande imbarazzanti o chiarimenti sulla adeguatezza costituzionale a quanto dichiarato dal pupillo dell'emerito presidente Napolitano.Ma....dimenticavo...la RAI deve ancora decidere se confermare il conduttore per la prossima stagione.E' opportuno non incrementare il numero dei disoccupati!!!!!!!
2015-05-18 07:45:35
Renzi? E' un individuo che sguazza nel potere e se lo gusta in tutte le sue forme, specie quando si tratta di apparire davanti a qualche telecamera....Lo si vede dai suoi atteggiamenti da "star" e dalla sua camminata petto in fuori......Non gli passa neanche lontanamente per la testa che adesso e' lui che deve mettere mano alla cassa e togliere TUTTO quello che spetta alla sola categoria che viene sempre depredata, quella dei pensionati....Faccia meno apparizioni e meno comizi, per favore, quella sua faccia di bronzo ormai ci ha stufato......
2015-05-18 07:21:57
QUESTO FURFANTE non va piu' votato
2015-05-17 22:58:15
"Nessun pensionato perderà un centesimo..." ..Ovviamente non sarà un rimborso totale..." mah! appare "un tantino" contraddittorio. E poi, sopra i 3000 euro...niente, il che significa che chi prende 2800 euro/mese avrà il rimborso. Ma i soldi non ci sono e E INDOVINATE A CHI sottrae i soldi? "Ma ci sono 2 miliardi che mi ero tenuto per le misure contro la povertà" Cioè AI POVERI!! Vabbè che non è tutta colpa sua, ma ci molto di suo. Anzi troppo. Anche perchè poi aggiunge "Uno che guida un paese non può avere paura delle elezioni", eh già! lui NON è stato eletto da nessuno.
2015-05-17 22:44:20
Esimio Presidente Renzi, ho seguito con molta attenzione l'intervista concessagli dal noto conduttore FDr. Giletti. Non voglio mandarla tantio per le lunga in quanto ella sa già in quale mare sta navigando e da cine si è svolta la trasmissione una cosa è emersa con tutta la sua rirulenza. Il fanmoso potere oscuro come quella materia interstellare del quale è piano l'Universo che è il vero cemento connettivio di tutto l'Universio e oltre, è arrivata anche nelle attuali sfere politiche di comando sia di Palazzo Chigi che del Quirinale e della stessa Città del Vaticano. pero di pooter veerere le 500 euro che sta promettendo avendo lo scrivente lavorato per quarant'anni da civile nel'area del Ministero della Sanità e di aver dato allo Stato Italiano cinque dei miei anni più belli della gioventù tra una guerra e una rivoluzione civile della qwuale nessuno ha il coraggio di parlarne con serietà fuori da ogni idiota ideologia perchè qui si è trattato di giocare come è accaduto sulla pelle dei lavoratori o figli dei lavoratori italiani. NMa, tornando al discorso del decreto della Corte al quale dovrà attenersi, credo fermamente che Ella attraverso il suo carattere quasi infantile, da lodare per il coraggio dimostrato ma, visto che ha a che fare con forze realmente super potenti, ha posto in guardia dali forze e questi prevedendo che per loro poteva e potrebbe ancora segnare l'ora della fine, si sono coalizzati per farla fuori nel modo più meschino portandola o a dare le dimissioni da Capo del Governo oppure, rischiando alla fine di troivarsi invischiato in un gioco molto perverso da portarla a rischiare l'impiccmen denunciandola alla Corte Costituzionale per kle enormi fesserie fatte e che sta per combinare ancora. Mi creda, Le parlo come se fosse mio figlio, lo scrivente ha 91 anni e l'età mi fa prevedere che tutti coloro che sono stati offesi e vilipesi come se si trattasse di porre fuori l'uscio di casa un semplice commesso, questo affonto prima che finisca quest'anno, se non troverà a fare marcia indietro immediatamente con il suio partito e tutti i partiti che con lei hanno avuto brutti scontri, credo che nemmeno se il sangue di San Gennaro di sciogliesse tutti i giorni perchè Lei, ormai è segnato potrà salvarsi. La questione, è Giletti da buon romano, ha capito che le hanno tirato un bidone all'americana. Mi spiace perchè aveva grinta ma, mi scusi, poco cervello. Però, spero che sia ancora in tempo per non affogare. nicola guastamacchia
QUICKMAP