Pd, tra Renzi e la minoranza la guerra è entrata nel vivo

di Mario Ajello
Cominciano ad arrivare al Nazareno i sostenitori del segretario del Pd, che é anche premier. E arrivano i renziani, i finto-renziani (che non sono pochi), i sostenitori veri di Matteo e quelli che lo appoggiano per quieto vivere e perché adesso il più forte é lui. La riunione tematica su fisco,scuola, Rai, ambiente, tutto in un pomeriggio e la minoranza dem vorrebbe invece un seminario lungo e profondo e magari infinito nei tempi e nelle decisioni, sta molto a cuore a Renzi e le assenze dei suoi oppositori interni lo stanno molto irritando.



Pierluigi Bersani é uscito da Montecitorio ed é salito in auto. Onorevole, dove sta andando? "Di certo non alla riunione per figuranti allestita al Nazareno". L'atmosfera questa é nel partitone egemone della politica italiana. "Bersani? Sembra Bertinotti", é la replica stizzita del segretario e vedersi paragonato al Parolaio Rosso, al Fausto Signor No, per Bersani deve risultare alquanto insopportabile. Lui che si é sempre considerato un riformista non vuole essere schiacciato nel cliché del massimalista.



La sua truppa, l'esercito di Pierluigi, i Fassina, i D'Attorre, i Cuperlo e tutta la fronda dei senatori marcano visita a loro volta. A loro non piace niente del renzismo: no al Jobs Act, no all'Italicum, non soprattutto all'"uomo solo al comando" e no ancora di più a quella che chiamano renzizzazione di tutte le cariche in Parlamento dove é i bilico tra l'altro il ruolo di Speranza come capogruppo dem.



Il segretario sostiene che loro "rosicano" per i successi del governo Matteo. Loro hanno capito che Renzi fa sul serio e se non lo si ferma ora - magari con l'aiuto della presidente della Camera, Boldrini, di Sel e di Landini - lui si prende tutto e non lascia niente alla vecchia Ditta e alla sinistra in generale. La guerra é entrata nel vivo. E non é affatto di tipo leggero, anche se l'inno Pd di queste ore - sulla falsariga della celebre canzone di Enzo Jannacci - potrebbe sembrare sbarazzino: "Vengo anch'io? No, io no".
Venerdì 27 Febbraio 2015 - Ultimo aggiornamento: 16:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2015-02-27 19:40:48
A Bersani, che ora è l’ora di discutere sul serio (f’inora hanno fatto finta, come a giocar a nascondino). E in ordine strettamente alfabetico: a Civati, a Cuperlo, a Fassina e ai loro tirapiedi. Gli è dura da digerire la sconfitta delle «Primarie» ai vari Civati e Cuperlo, per loro è stato un colpo alla mascella che li ha fatto rotolare al tappeto, ma se la sono legata al dito: no, sempre no, costantemente no! A Fassina,poi… gli fatto indigestione quel : “Fassina… Chi è?” Bersani non si sente una comparsa, ma un attore di primo piano. Questa è gente che non conosce l’umiltà, che lotta per finta di potare farina al bene comune, e invece, ci trascinano nella stagnante palude. No v’è dinamismo in loro, sono retrogadi, non si sono ancora accorti che il muro di berlino è crollato; hanno le traveggole, con queste guardano al futuro di questa nostra martoriata Patria nostra. Del poeta romanesco Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri – Alias Trilussa, mi piace dedicare loro questa cover dei suoi versi: […] Fa la ninna, Pierluigi, finché dura ‘sto macello nel PD, fa la ninna, che domani rivedremo voi «sovrani» che se scambieno la stima, boni amichi come prima; so’ fratelli, e fra parenti nun se fanno complimenti! Torneranno più cordiali li rapporti personali e, riuniti infra de loro, senza l’ombra de un rimorso, ce faranno un ber discorso su l’Italicum e sur lavoro pe’ quer popolo cojone risparmiato dar cannone.” (Trilussa Salvatore Emanuele - Firenze
2015-02-27 18:33:15
C'è e ci sarà sempre in Italia una sinistra che ha come obbiettivo, far cadere il proprio governo di sinistra. Non credevo che a questo partito si potesse iscrivere anche Bersani, mentre l'inconsistenza politica dei vari Fassina, Mineo, Cuperlo, Gutor ecc. congiuntamente alla "voglia di sopravvivere e restare" costi quel che costi di Cofferrati, Bindi, Chiti è tipica di quel tipo di sinistra.
QUICKMAP