Stupri di Rimini, il congolese confessa: «Sono stato io. Chiedo perdono a tutte le donne»

Alla fine ha confessato: Guerin Butungu ha ammesso di essere il responsabile degli stupri di Rimini. Non solo: ha chiesto perdono a tutte le donne per il male commesso. La confessione è avvenuta nel pomeriggio di ieri nel carcere di Villa Fastiggi dove Butungu è detenuto.



Il congolese ha parlato per quasi tre ore davanti al pubblico ministero e, ammettendo quanto avvenuto a Rimini, ha dichiarato di essersi pentito e di aver capito tutto il male che ha compiuto. Il ventenne congolese è ritenuto il capo del branco che la notte del 26 agosto ha seminato il terrore sulla spiaggia di Rimini, rapinando e stuprando prima una turista polacca e poi riservando lo stesso feroce trattamento a una trans peruviana incontrata sulla Statale 16.

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain