Salvini: «Oggi chiamo Berlusconi: patto anti-inciucio, al centrodestra bastano tre gambe»

«Non ci sono ancora appuntamenti fissati con gli alleati. Oggi chiamerò Silvio Berlusconi e poi vedremo nei prossimi giorni di entrare nel merito prima del programma e poi su tutto il resto». Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, in una conferenza stampa nella sede di via Bellerio a Milano al termine del Consiglio federale del partito. Per Salvini, secondo i sondaggi «il centrodestra è vicino al 40% e vincerà le elezioni del 4 marzo, con una Lega trainante».

Dopo il voto, la Lega si impegnerà in Parlamento «esclusivamente all'interno del centrodestra», ha poi risposto Salvini a chi gli aveva chiesto che tipo di alleanze cercherà dopo le elezione del 4 marzo, in caso di maggioranza incerta. «Anzi, chiederò un impegno anti-inciucio a tutti i segretari», ha proseguito, «i principali media tifano per il non risultato, per il grande inciucio, come con Monti.Ma noi comunque siamo autosufficienti».

«Evito di seguire le vicende di quarte, quinte o seste gambe, perché non è un problema mio. Penso che un governo possa stare anche su tre gambe, i miei interlocutori sono due: chi vuole fare esperimenti di eugenetica, se ne farà carico», ha insistito con un chiaro riferimento alla componente moderata della coalizione fuoriuscita dal partito di Angelino Alfano e tornata nel centrodestra.

 

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain