Olimpiadi, Seul accoglie la proposta di Kim: «Pronti ad ammettere atleti della Corea del Nord»

La Corea del Sud accoglie con favore l'apertura di Pyongyang sulla presenza della Corea del Nord alle olimpiadi invernali di Pyeongchang, come detto ieri dal leader Kim Jong-un nel suo messaggio di inizio anni alla nazione: il presidente Moon Jae-in invita i ministeri dell'Unificazione e dello Sport «a dare rapidamente seguito a misure per riavviare un dialogo Nord-Sud» sulla partecipazione della delegazione nordcoreana. Moon, nella prima riunione di gabinetto del 2018, rileva poi che il «miglioramento dei rapporti non può essere separato» dal nodo nucleare.

La Corea del Sud ha quindi proposto al Nord di tenere il 9 gennaio i colloqui «di alto livello» bilaterali al fine di favorire la partecipazione della delegazione di Pyongyang ai giochi olimpici invernali di PyeongChang. È la soluzione del ministro dell'Unificazione Cho Myoung-gyon, per il quale il luogo dell'incontro suggerito è il villaggio di
Panmunjom.

«Spero che il ministero dell'Unificazione e il ministero della Cultura e dello Sport mettano a punto rapidamente le misure necessarie per un veloce riavvio del dialogo Nord-Sud e per consentire la partecipazione della delegazione nordcoreana ai giochi olimpici di PyeongChang (in programma dal 9 al 25 febbraio prossimi, ndr)», ha notato Moon aprendo i lavori della prima riunione di gabinetto del 2018.

La risposta di Seul all'apertura fatta ieri sul punto da Kim per una schiarita dei rapporti con l'opzione olimpiadi («Siamo pronti a prendere diversi passi, incluso l'invio di una delegazione. A tal fine, le due Coree dovrebbero incontrarsi immediatamente», ha detto) è stata rapida. 

«Vedo i commenti del presidente Kim Jong-un sull'invio di una delegazione nordcoreana ai giochi di PyeongChang e di tenere un dialogo a livello governativo come una risposta al nostro proposito di fare di PyeongChang un'innovativa opportunità di migliorare i rapporti Sud-Nord e di fondare la pace», ha osservato Moon, nel resoconto dell'agenzia Yonhap, osservando che «il miglioramento dei rapporti» non può essere sganciato dalla soluzione della questione nucleare di Pyongyang. 


 

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain